testo
logo AR Personal Training Studiologo AR Personal Trainer

La giusta frequenza cardiaca

Qual'é e come calcolare il corretto valore di pulsazioni al minuto

La giusta frequenza cardiaca

Tutti mi chiedono: "A che frequenza cardiaca mi devo allenare?" oppure "Qual'é la frequenza cardiaca per dimagrire, o meglio, per bruciare i grassi?"

In questo articolo voglio parlare proprio di questo, cerchiamo di capire insieme a che valore di battiti al minuto é giusto allenarsi e sopratutto come fare a calcolarlo.

Partiamo dicendo che i valori di battiti per minuto a cui bisogna attenersi durante l'esercizio variano in relazione agli obiettivi dell'allenamento.

Per misurare la frequenza cardiaca innanzitutto bisogna munirsi di un cardiofrequenzimetro, uno strumento composto da un orologio e da una fascia da applicare sotto il petto. Questo utilissimo strumento é fondamentale per la misurazione battiti cardiaci e quindi monitorare la frequenza cardiaca durante tutto l'allenamento.

Come faccio a calcolare la BPM massima e minima?
Bene adesso che abbiamo sotto mano il cardiofrequenzimetro basta questa breve formula: Calcolo frequenza cardiaca massima = 220 - età Il valore ottenuto è espresso in pulsazioni al minuto o bpm.
A questo punto sapendo quanto misura la nostra F.C.max possiamo calcolare le percentuali a cui allenarci:

70% della F.C.max - sforzo leggero
80% della F.C.max - sforzo medio
90% della F.C.max - sforzo intenso

Grazie per avermi dedicato questi minuti durante la lettura di questo articolo.
Se vuoi allenarti all'AR Personal Training Studio richiedi un appuntamento!!


Ti è piaciuto questo articolo?
Cosa aspetti? Condividilo!
Potrebbero interessarti anche:
Come usare un Foam Roller
Calcolo del metabolismo
Osteopatia
Calcolo della Massa Grassa